Tarocchi Napoletani

[Total: 4    Average: 3.3/5]

I tarocchi napoletani sono una delle varianti più apprezzate e conosciute al mondo: la loro origine trae spunto dalle antiche radici e tradizioni partenopee.

I tarocchi napoletani sono una variante dei tarocchi italiani, anch’essi ben conosciuti anche all’estero ed utilizzati nel corso della storia inizialmente come gioco di carte e solo successivamente per scopi esoterici e di cartomanzia. I tarocchi napoletani in una delle varianti più comuni sono costituiti dall’insieme delle 40 carte napoletane, in alcuni casi accomunati con le 21 carte dei trionfi per ottenere un mazzo più completo ed ideale per la divinazione.

Esistono anche diversi modi di divinazione, quasi tutti tramandati oralmente in quanto non ci risultano ufficiali testimonianze scritte sui metodi di lettura dei tarocchi napoletani. Una delle varianti è la lettura delle carte napoletane con lo schema a 25 carte: in questo caso vengono estratte casualmente dal mazzo 25 differenti carte, a cui si attribuisce un significato anche a seconda che la carta estratta si trovi diritta o rovesciata. Particolarmente significative in questo metodo di lettura sono il sette di denari, che indica denaro, auspica ad un consolidamento nella sfera economica e un incremento delle entrate, prosperità nel matrimonio e una possibile nascita di sesso femminile. Positiva anche l’estrazione dell’asso di bastoni, che simboleggia il punto di inizio di un percorso, un evento molto importante come una nascita o un periodo particolarmente favorevole. Meno fortunata l’estrazione del sette di spade che verrebbe accomunata secondo alcuni metodi di lettura dei tarocchi napoletani a periodi di ansia, mancanza di tranquillità e possibili contrasti con le persone più vicine.

Un altro divertente metodo di lettura attraverso i tarocchi napoletani è il sistema delle due carte con molti spunti in comune con il metodo della lettura del sì o del no. Il consultante, dopo aver mescolato con cura le carte, suddivide il mazzo in due parti uguali e, pensando intensamente alla domanda che intende porre ai tarocchi napoletani, scopre di volta in volta la carta sopra il mazzo. Se trova due carte dello stesso tipo (es. due sette, due assi, due re, ecc.) queste vengono messe da parte. Qualora non venisse trovata nessuna corrispondenza, secondo la tradizione di questo tipo di lettura i tarocchi napoletani suggeriscono di desistere dall’idea che si ha in mente, assumono un significato di un “no” o comunque di far trascorrere un po’ di tempo prima di attuare il progetto.

Gregorio R. M. – ultimo aggiornamento: 31/03/2016

[Total: 4    Average: 3.3/5]