Tarocchi Zingara

[Total: 7    Average: 3.7/5]

I tarocchi della zingara sono 36. Il loro significato è molto personale, dipende fortemente dalla persona che legge le carte, dalla sua esperienza e dal sistema di interpretazione. Oltre ad una certa dose di preparazione, la zingara dei tarocchi per capire bene le carte deve avere una significativa sensibilità nell’esporre il loro significato. Ogni singola carta dei tarocchi è legata inevitabilmente al significato delle carte che si trovano nelle sue vicinanze.

Le carte della zingara sono ordinate alfabeticamente a seconda dell’immagine raffigurata e non contengono numeri. Secondo alcune tradizioni di zingari presenti nei paesi nordici, i tarocchi zingari sono i seguenti: la Strada, il Regalo, il Bambino, la Casa, l’Ufficiale, la Falsità, la Malattia, il Sacerdote, l’Amante, la Padrone, i Pensieri, la Speranza, la Felicità inaspettata, il Nemico, la Sfortuna, i Soldi, l’Incontro, la Morte, la Tristezza, l’Annuncio, la Perdita, il Matrimonio, il Giudice, la Stabilità,la Felicità, il Desiderio, la Vedova, il Vedovo, la Fedeltà, il Divertimento, il Ladro, la Rabbia, la Gelosia. Esistono tuttavia molte varianti al mazzo standard.

La reale interpretazione di queste carte e dei rispettivi simboli non è così semplice come può sembrare. Le carte infatti possono legarsi tra loro ed assumere così un significato differente a seconda dello schema risultante. Una tra le composizioni più utilizzate è la cosiddetta Grande Tabella, ove vengono disposte tutte le 36 carte in 4 righe di 9 carte ciascuna. Secondo alcune tradizioni le posizioni a sinistra dovrebbero simboleggiare il passato, la sezione destra il futuro. Tutto ciò che si trova in alto, sempre secondo la tradizione dei tarocchi della zingara, simboleggia i nostri pensieri ed i nostri più alti propositi, mentre la sezione in basso rappresenterebbe ciò che calpestiamo, trascuriamo o non notiamo.

Secondo altre tradizioni, si utilizzano 21 carte dei tarocchi della zingara e si mischiano le carte formando 3 diversi mazzetti. Questi vengono disposti in un modo particolare a seconda che si tratti di una autolettura, o di una consultazione per conto di un’altra persona. La tradizione vuole che, nel caso in cui si volessero interrogare i tarocchi della zingara per conto di una terza persona, sia necessario munirsi di una sua foto. Durante la lettura delle carte della zingara, nei paesi nordici era solito accendere una candela bianca che aveva lo scopo di ripulire dall’energia negativa le carte prima della lettura: a tal fine i tarocchi della zingara venivano passati velocemente sopra la fiammella. Veniva utilizzato anche un foulard di seta che veniva posto sotto le carte per far sì che l’energia di queste non venisse contaminata dagli oggetti adiacenti, come il tavolo su cui poggiavano.

La tradizione ha incontrato la modernità e adesso è possibile usufruire di diversi servizi che permettono la lettura dei tarocchi della zingara gratis, direttamente online.

Gregorio R. M. – ultimo aggiornamento: 31/03/2016

[Total: 7    Average: 3.7/5]